LIMONE

STORIA - TRATTAMENTI - POTATURA - INNAFFIAMENTO - CONCIMAZIONE

STORIA - Sebbene le origini del limone siano incerte, si pensa che i primi luoghi in cui sia cresciuto siano la Cina,dove veniva coltivato già prima della Dinastia Song (960-1279 d.C.),la regione indiana dell'Assam e il nord della Birmania.
Secondo alcuni studiosi, gli antichi romani conoscevano già i limoni.
Tale ipotesi è supportata dalle raffigurazioni di limoni presenti in alcuni mosaici a Cartagine e affreschi a Pompei, ma secondo altri studiosi è possibile che gli autori di tali opere avrebbero semplicemente importato tali agrumi o li avrebbero visti nei loro paesi di origine. Non ci sono infatti prove in ambito paleobotanico o letterario che avvalorino tale ipotesi. Intorno al 700 d.C. il limone si diffuse in Persia, Iraq e Egitto. Dal termine persiano che si pronuncia - limu - e indica genericamente gli agrumi, deriva il termine "limone".
In Europa la prima coltivazione di limoni è stata avviata in Sicilia, dopo il X secolo e più tardi a Genova (a metà del XV secolo). I limoni compaiono nelle Azzorre nello stesso periodo, nel 1493, ad opera Cristoforo Colombo, che portò i semi del limone fino all'isola di Hispaniola. Nel 1747 il medico scozzese James Lind consigliò l'utilizzo del succo di limone come cura contro lo scorbuto.
I limoni di Sorrento sono forse i più conosciuti sia per qualità che per sapore.Ora sono anche protetti dal marchio di qualità IGP. CLIMA - La pianta di limone,se coltivata in piena terra, richiede un clima temperato e non sopporta temperature inferiori a 1- 2°C.